Esportazioni italiane di armi

di Luca De Biase

In piena crisi, aumentano del 222% le esportazioni italiane di armi. Tra i grandi compratori di armi italiane Turchia, Serbia, Kosovo, Nigeria, Israele, Siria, Kuwait, India, Cina.

La Stampa riporta qualche particolare strano. Vendiamo alla Serbia apparecchiature elettroniche e al Kosovo "agenti tossici, chimici o biologici, gas lacrimogeni, materiali radioattivi" (pagina 11 dell’edizione cartacea di oggi).

La fonte principale il Rapporto annuale sui lineamenti di politica del Governo in materia di controllo dell’esportazione, dell’importazione e del transito dei materiali d’armamento, presentato il 31 marzo 2009 dal Presidente del Consiglio dei Ministri.

Annunci

Sulla proposta del Ministro degli Interni di rilevare le impronte digitali nei campi rom

Comunicato stampa  di Amnesty International Italia

‘La proposta avanzata dal ministro degli Interni Maroni e’ discriminatoria, sproporzionata e ingiustificata e, se messa in pratica, violerebbe gli standard internazionali sui diritti umani che vietano la discriminazione’ – ha dichiarato oggi la Sezione Italiana di Amnesty  International, in relazione all’intenzione dichiarata da parte del ministro degli Interni di rilevare le impronte digitali a tutti, bambini inclusi, nell’ambito dei censimenti dei campi rom, sulla base di ordinanze di protezione civile.
Secondo l’organizzazione per i diritti umani, ‘prevedere misure di controllo nei confronti di una specifica minoranza, o i cui effetti colpirebbero in particolare una minoranza, compresi i suoi componenti piu’ vulnerabili, sarebbe infatti discriminatorio e costituirebbe un’ingiustificata restrizione alla vita privata’.
‘Inoltre’ – sottolinea la Sezione Italiana di Amnesty International – ‘le dichiarazioni del ministro Maroni contribuiscono a quell’escalation di insicurezza e di paura che abbiamo denunciato piu’ volte e rispetto alla
quale ci saremmo aspettati un chiaro e responsabile cambio di rotta da parte del Governo italiano; che invece appare sordo rispetto ai continui richiami delle organizzazioni internazionali – tra cui l’Osce e il Consiglio d’Europa – e cieco innanzi al rischio che il susseguirsi di dichiarazioni di questo tipo rendano piu’ probabili gli attacchi xenofobi’.

A Sbancor

Abbiamo appreso da meno di un’ora della morte di Sbancor.

Era – e per quel che ci riguarda rimane – collaboratore di Carmilla, autore di libri ("Diario di guerra", 2000, e "American Nightmare", 2003), mediattivista e militante anarchico, esperto di economia e finanza, persona appassionata. Suoi interventi sono apparsi, oltre che su questo sito, su Rekombinant, Indymedia e Giap.

continua in Carmilla

Bella ciao

Stamattina mi sono alzato
O bella ciao bella ciao bella ciao ciao ciao
Stamattina mi sono alzato
E ho trovato l’invasor

O partigiano portami via
O bella ciao bella ciao bella ciao ciao ciao
O partigiano portami via
Che mi sento di morir

E se io muoio da partigiano
O bella ciao bella ciao bella ciao ciao ciao
E se io muoio da partigiano
Tu mi devi seppellir

E seppellire lassu’ in montagna
O bella ciao bella ciao bella ciao ciao ciao
E seppellire lassu’ in montagna
Sotto l’ombra di un bel fior

E le genti che passeranno
O bella ciao bella ciao bella ciao ciao ciao
E le genti che passeranno
Mi diranno che bel fior

E questo e’ il fiore del partigiano
O bella ciao bella ciao bella ciao ciao ciao
E questo e’ il fiore del partigiano
Morto per la liberta’
E questo e’ il fiore del partigiano
Morto per la liberta’

Voci di Mezzo
<!–

–>